Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi
5
2 recensioni

MasterLAB – Protagonisti memorabili. “Rubando” le tecniche dalle serie TV

Il primo principio della serialità televisiva? Non esiste una grande storia senza un grande protagonista. Senza personaggi veri e vivi che creano empatia con il pubblico. Ma come si caratterizza un protagonista capace di reggere l’intera storia? Si impara a “rubare” dalle serie tv! Sì, perché le serie sono il nuovo grande romanzo popolare. E non è una cattiva idea analizzare le tecniche, gli strumenti e, soprattutto, l’impostazione mentale della scrittura per la serialità televisiva e della sceneggiatura per imparare a scrivere romanzi migliori.
Categoria MasterLAB
10 students Iscritto
  • Descrizione
  • Argomenti
  • Recensioni

Il primo principio della serialità televisiva? Non esiste una grande storia senza un grande protagonista. Senza personaggi veri e vivi che creano empatia con il pubblico. Ma come si caratterizza un protagonista capace di reggere l’intera storia?

Si impara a “rubare” dalle serie tv! Sì, perché le serie sono il nuovo grande romanzo popolare. E non è una cattiva idea analizzare le tecniche, gli strumenti e, soprattutto, l’impostazione mentale della scrittura per la serialità televisiva e della sceneggiatura per imparare a scrivere romanzi migliori.

Il protagonista che regge tutto

Che le serie tv siano incentrate e costruite sul protagonista è spesso evidente fin dal titolo. Pensiamo a Lidia Poët, Inventing Anna, Il commissario Montalbano, Don Matteo, L’ispettore Coliandro… il titolo coincide con il nome del personaggio principale!

E perché avere un protagonista ben definito – vivo, credibile e autentico – è indispensabile in una storia? Perché permette al lettore/spettatore di allinearsi con quel personaggio, di stare nel suo sguardo e quindi di calarsi nella vicenda, di provare delle emozioni e di immedesimarsi.

In questa lezione, lo scrittore e sceneggiatore Andrea Cotti – partendo delle serie tv interamente centrate sul protagonista o sulla protagonista – ragiona sui cardini della scrittura come il fatal flaw e il ghost per creare serie e romanzi di successo.

Metterai così a fuoco le domande che un’autrice/un autore dovrebbe porsi (e porre ai propri personaggi) per renderli veri e ragionerai sul perché pensare in termini di “arco” e di cambiamento sia indispensabile per vedere la tua storia e narrarla.

Per chi è il MasterLAB?

Il MasterLAB è dedicato a chi ha già in mente una storia ma non riesce ancora a visualizzare bene i personaggi, il protagonista o la protagonista. Ma anche a chi, al contrario, ha in mente un personaggio, o più personaggi, eppure non riesce ancora a farli agire dentro a una trama. E infine a chi ha già pronti il protagonista, i personaggi e pure la trama, ma sta cercando degli strumenti per rendere le persone che abitano la propria storia più empatiche per il lettore.

Come funziona il MasterLAB?

Si tratta di una lezione di approfondimento della durata di 75 minuti nella quale potrai esaminare con lo scrittore e sceneggiatore Andrea Cotti le caratteristiche dei personaggi di successo . Il testo della lezione, che riassume i concetti chiave, ti aiuta a fissare al meglio i contenuti.

Puoi seguire il corso da pctablet o smartphone. Questo MasterLAB è a tua disposizione per un anno: per 365 giorni potrai vederlo e rivederlo tutte le volte che lo desideri.

Cosa imparerai

  • Storie plot o character oriented
  • Le tre dimensioni di un personaggio
  • Catalizzare le emozioni
  • Il ghost
  • Il fatal flaw
  • Guardare per creare
  • Il senso di verità di un personaggio
  • Serie verticali e orizzontali
  • L’arco di trasformazione
Andrea Cotti

Biografia del docente

Sceneggiatore, editor, scrittore, autore radiofonico e televisivo. Ha sceneggiato alcune serie di successo, come L’Ispettore Coliandro e Squadra Antimafia. Ha pubblicato diversi romanzi, tra i quali Un gioco da ragazze (Mondadori, 2005) e Stupido (EL, 2001), da cui sono stati tratti l’omonimo film prodotto da Gabriele Salvatores e il lungometraggio Marpiccolo. Tra i suoi altri titoli ricordiamo anche Iso (Fabbri, 2007), Il cinese (Rizzoli, 2018) e L’impero di Mezzo (Rizzoli, 2021).

5
2 recensioni
Stelle 5
2
Stelle 4
0
Stelle 3
0
Stelle 2
0
Stelle 1
0