Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi
0
0 recensioni

Kit 10 – Fondamenti di sceneggiatura – Dare forma alle storie

Cosa devi fare con l’idea che ti gira in testa e che vorresti diventasse un romanzo o una sceneggiatura? Hai ... Mostra altro
38 Studenti Iscritto
  • Descrizione
  • Argomenti
  • Recensioni

Non sai progettare le tue storie?

Ci sono tantissimi corsi base di scrittura e di sceneggiatura. Corsi preziosi che ti forniscono informazioni fondamentali – cos’è una cartella, qual è la differenza tra sinossi e pitch, come scrivo una pagina di sceneggiatura… – fondamentali sì, ma non quelle primarie!

Perché, per poter ragionare e dare forma alle tue idee, che si tratti di un romanzo o di uno script, servi tu. Serve la tua esperienza, il tuo sguardo sul mondo. Servono le emozioni che provi adesso, serve ciò che ti preme condividere con i lettori e gli spettatori.

Non basta la teoria, servi tu

La questione decisiva, la prima, in un corso di sceneggiatura sei tu, è la tua individualità specifica.

Il punto non è solo avere una lista di contenuti e teorie fondamentali ma è capire che cosa fare, nel concreto, di quell’idea che ti gira per la testa. La tua idea, la tua testa.

A caccia del motore delle tue storie

Questo sono i fondamenti di sceneggiatura, delle strutture essenziali e imprescindibili, non una tecnica, un know-how ma una bussola per permettere alle tue storie di trovare la strada.

E grazie a Giovanni Covini – regista, filmmaker e docente di sceneggiatura, regia e recitazione cinematografica – potrai scoprire il motore delle tue storie.

Per chi è il corso?

  • Per chi scrive storie, narrativa, cinema o teatro.
  • Per chi le storie le legge e le valuta e accompagna gli autori nel lavoro di progettazione.
  • Per chi pensa che “imparare a scrivere” non equivalga solo fare i conti con la teoria e i manuali.
  • Per chi vuole capire quanto conta un autore nel processo creativo.

Come funziona il corso?

Il corso è composto da 5 moduli. In ciascun modulo trovi i video e dei testi introduttivi che ti aiutano a fissare i concetti principali.

Puoi seguire il corso quando vuoi da pctablet o smartphone. Non ci sono limiti di utilizzo, il corso non scade e puoi seguire le lezioni tutte le volte che vorrai.

I corsi vengono regolarmente aggiornati e, se necessario, vengono aggiunti lezioni, materiali da scaricare e approfondimenti.

Al termine del percorso viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Questo corso include

  • MODULO 1. I motori creativi
  • MODULO 2. Struttura, antistruttura, minimalismo
  • MODULO 3. Dentro la storia
  • MODULO 4. Fondamenti del personaggio
  • MODULO 5. Gestire il tempo narrativo

Cosa imparerai

  • Il nostro cuore. È inutile sapere tutto quello che bisogna fare. Tu come funzioni?
  • Il mondo del raccontare. Che cos’è una storia? E cos’altro c’è a parte la storia?
  • La forbice dell’esistenza. Viviamo in un mondo che vorremmo diverso. Questo genera ogni tipo di storia da sempre.
  • Il Personaggio ha un punto di vista, ce lo spiegano ovunque. Ma cosa ha generato il nostro punto di vista? E cos’altro c’è?
  • La Storia è un tempo compresso, un distillato della vita. Come si comprime il tempo? Qualcuno ce lo aveva spiegato in modo esemplare.

Un assaggio di come Giovanni Covini parla di storie e scrittura!

Giovanni Covini

Regista, sceneggiatore e docente
Giovanni Covini

Biografia del docente

Nato a Milano nel 1968, si diploma in Regia alla “Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi” nel 1990.
2006 – David di Donatello, Nastro d’Argento, diversi Festival vinti con Un inguaribile amore documentario di 16’.
2007 – Gira il mediometraggio A tutto quello che si muove
2007 – Gira il mediometraggio Nella città che cambia
2009 – Drammaturgia di I viaggi di Atalanta, del Teatro Gioco Vita di Piacenza. In scena al Piccolo Teatro di Milano, in Spagna e Francia in diverse stagioni.
2012 – Pubblica Le ferite dell’Eroe per Dino Audino. Testo didattico sulla costruzione del personaggio e la struttura della storia.
2017/2018 – Gira Who’s Romeo, documentario di lungometraggio.
È docente presso la Scuola Paolo Grassi, la scuola Milano Cinema e Televisione e l’Istituto Europeo di Design.